• Villa Carlotta

    Villa carlotta – Tremezzo

    La famiglia Clerici la fece costruire sul finire del 1600. Fu prima dimora del conte Sommariva, che modifico in parte lo stile influenzato dal neoclassicismo, poi di Carlotta figlia della principessa Marianna dei Paesi Bassi che la ricevette in dono per le sue nozze. All’interno della villa è possibile visitare un museo che raccoglie dipinti, mobili e statue del periodo neoclassico come sculture del Canova e dipinti di Hayez. Nel parco, di circa otto ettari che circonda la villa, si possono ammirare piante ed alberi provenienti da tutto il mondo dagli agrumi alle piante tropicali e anche conifere secolari. In primavera è possibile assistere alla fioritura delle 150 varietà di azalee.
    Villa Carlotta

  • Villa Serbelloni

    Villa Serbelloni - Bellaggio

    La villa fu costruita nel XV secolo al posto di un vecchio castello raso al suolo nel 1375,è utilizzata dalla fondazione Rockefeller di New York come centro studi, luogo di incontro per studiosi e conferenze. E’ possibile visitare il parco, da aprile a novembre seguendo le visite guidate che si tengono dalle 11 alle 16. Con i suoi 18 chilometri di viali boschetti con alberi secolari, altri con piante esotiche, roseti, coltivazioni di fiori, cipressi, ulivi, siepi e aiuole dai disegni geometrici il parco occupa gran parte del promontorio sopra Bellaggio. Il panorama che si osserva è suggestivo si possono ammirare i due rami del lago di Como.

  • Villa Melzi

    Villa Melzi - Bellaggio

    La villa con i suoi giardini si estende lungo la riva del lago di Como. Fu costruita tra il 1808 e il 1810 su progetto dell’ architetto Albertolli per il duca Francesco Melzi d’Eril. Il giardino, completamente visitabile, è stato realizzato utilizzando tecniche di terrazzamento. Alle varietà tropicali ed esotiche che popolano il giardino sono state aggiunte sculture un tempio e un laghetto giapponese artificiale. E’ possibile visitare inoltre l’orangerie, traformata in museo, e la cappella.
    Villa Melzi

  • Villa Balbianello

    Villa Balbianello - Lenno

    Tra le più affascinanti ville sul lago di Como, proprietà del FAI, fu costruita Dal Cardinale Durini alla fine del XVIII secolo sul promontorio di Lenno. Il panorama che si può osservare delle terrazze del giardino della villa è veramente suggestivo. Dalla villa si osserva l’isola Comancina e Bellagio. Il museo che si trova all’interno della villa custodisce le collezioni d’arte e i ricordi di viaggio dell’ ultimo proprietario l’esploratore Guido Monzino. La villa si può visitare tutti i giorni tranne lunedì e mercoledì fino a novembre, ed è raggiungibile da Lenno lungo il sentiero o dal lago servendosi dei motoscafi a noleggio.
    Villa Balbianello

  • Villa Monastero

    Villa Monastero – Varenna

    Costruita sulle rovine di un antico monastero nel XII secolo la villa sorge in una pozione suggestiva e panoramica al centro del Lario. Nell giardino che fa da splendida cornice alla villa è possibile ammirare piante esotiche a dimostrazione della favorevole condizione climatica del lago di Como. Nel seicento è divenuta residenza di l’aspetto eclettico alla villa e fu proprio quest’ultimo che lascio l’intera proprietà per il pubplico. Per informazioni sugli orari delle visite
    Villa Monastero

  • Villa Cipressi

    Villa Cipressi – Varenna

    Complesso di giardini ed edifici costruiti tra il 1400 e il 1800. Dal giardino botanico, che si estende su più livelli è possibile osservare un affascinante panorama. I proprietari in ordine sono stati: nel 1163 la famiglia Serponti, barone isimbaldi sul finere del 700, la famiglia Andreossi a cui si deve la cura del parco, Sir Salton e Sir Astey nei primi del 900 e l’editore Accame. Nel 1890 è acquistata dai Varrenesi con pubblica sottoscrizione per donarla al pubblico. Adesso di proprietà di enti pubblici la villa è utilizzata come hotel.
    Villa Cipressi

  • Villa Olmo

    Villa Olmo - Como

    La villa venne commissionata dal marchese Innocenzo Odescalchi all'architetto neoclassico Simone Cantoni. Villa Olmo è la più celebre e sontuosa tra le dimore storiche comasche e ha fatto di Como uno dei centri propulsori dell’Illuminismo in Italia. L'edificio, costruito sulla riva occidentale del primo bacino comense, era destinato a residenza estiva per i marchesi. E, infatti, l'imponente edificio neoclassico, è completato da un ampio giardino affacciato sul lago, largamente risistemato dal successivo proprietario, il marchese Raimondi.Il suo nome gli è stato attribuito grazie ad un magnifico olmo, allora più che centenario, oggi non più esistente.Adesso di proprietà del comune è utilizzata come sede di mostre d’arte e manifestazioni culturali

More Info

Hover over location on the left. (JavaScript must be enabled)

  • Villa Carlotta immagine presa da: link
    Carlotta
  • Villa Carlotta immagine presa da: link
    2
  • Villa Carlotta immagine presa da: link
    3
  • Villa Serbolloni link
    Serbelloni
  • Villa Serbolloni link
    2
  • Villa Melzi link
    Melzi
  • Villa Balbianello link
    Balbianello
  • Villa Balbianello link
    2
  • Villa Balbianello link
    3
  • Villa Monastero link
    Monastero
  • Villa Cipressi link
     Cipressi
  • Villa Olmo link
    Olmo